climateactioncompact.org

L'economia della collaborazione. Le nuove piattaforme digitali della produzione e del consumo - Francesco Ramella

DATA DI RILASCIO 25/07/2019
DIMENSIONE DEL FILE 7,24
ISBN 9788815284662
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Francesco Ramella
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? L'economia della collaborazione. Le nuove piattaforme digitali della produzione e del consumo in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Francesco Ramella. Leggere L'economia della collaborazione. Le nuove piattaforme digitali della produzione e del consumo Online è così facile ora!

Tutti i Francesco Ramella libri che leggi e scarichi da noi

L'economia della collaborazione - che il volume illustra in modo esaustivo ? fa riferimento ad una modalità di organizzazione della produzione, della distribuzione e del consumo di beni e servizi, individuali e collettivi, basata su relazioni di tipo cooperativo. Si tratta di nuovi modi di coordinare le attività economiche nell'epoca della digitalizzazione, in cui l'apertura verso l'esterno, il decentramento e le relazioni orizzontali, peer-to-peer, giocano un ruolo più importante che in passato, talvolta integrando, altre volte sostituendo, le strategie di azione fondate sulla gerarchia e la concorrenza di mercato.

...li che abilitano le persone a scambiare e condividere beni, tempo, denaro, spazio e competenze; promuovendo nuovi stili di vita che L'economia della collaborazione ... L'ECONOMIA CIRCOLARE - Agi ... . Le nuove piattaforme digitali della produzione e del consumo Nel Podcast di oggi intervistiamo Francesco Ramella (Università di Torino) e Cecilia Manzo (Università Cattolica del Sacro Cuore), autori del libro "L'economia della collaborazione. Le nuove piattaforme digitali della produzione […] 1.3.1 e piattaforme digitali dell'on-demand economy ... 2.2.6 Il lavoro su piattaforma in Italia: la nuova p ... L'economia della collaborazione. Le nuove piattaforme ... ... . Le nuove piattaforme digitali della produzione […] 1.3.1 e piattaforme digitali dell'on-demand economy ... 2.2.6 Il lavoro su piattaforma in Italia: la nuova para-subordinazione alla luce del ... l'offerta personalizzata di beni e servizi, la commistione tra produzione e consumo 1. Ma la rivoluzione non limita i suoi effetti ai contesti industriali, andando a Ma sta già nascendo un nuovo sottoproletariato digitale, soprattutto intorno alla gig economy, il lavoro tramite piattaforme digitali. E si stanno creando nuove diseguaglianze. L'economia digitale, la produzione intelligente e il lavoro. - 2. L'im-patto della digitalizzazione sul lavoro subordinato. L'adempimento della prestazione e le nuove questioni di disciplina del rapporto di lavoro. - 3. Il potere di controllo tecno-logico del datore di lavoro e la disciplina statutaria. - 3.1. Presupposti e limiti ... Le piattaforme digitali, i nuovi market place, riducono drasticamente i costi di 'search' e di transazione rispetto ai mercati tradizionali; ma come queste modifichino le dinamiche concorrenziali da un versante e dall'altro della piattaforma é ancora da ben definire. L'economia collaborativa in Italia inizia ad affacciarsi nel 2000, in ritardo rispetto al resto del mondo dove nascono piattaforme di condivisdione già alla fine degli anni '90. Il grande sviluppo avviene a partire dal 2009 spinto, da un lato, dalla crisi economica che fa emergere nuovi modelli di consumo e, dall'altro, dal Le piattaforme digitali fanno proprio questo: mettono in relazione le persone per generare valore e utilità. La sharing economy, il crowd sourcing, la app economy, e persino le smart city, la smart mobility e l'intelligenza collettiva non sono altro che manifestazioni degli effetti delle piattaforme digitali. Si tratta di una piattaforma collaborativa: si lavora con uffici sparsi un po' in tutto il mondo; le stesse informazioni sui mezzi sono rese disponibili nell'area industria manufacturing, per simulare processi di fabbricazione e il piano di produzione e inoltre, per verificare e anticipare le situazioni complesse, come i sovraccarichi di lavoro e altro; questo è possibile anche nei 105 ... L'innovazione digitale è il motore di questo cambiamento, e in particolare il lavoro delle giovani startup hi tech, che continuano a portare sul mercato nuove proposte per ridurre lo spreco di cibo, aumentare la collaborazione nella filiere, valorizzare le eccedenze alimentari, promuovere un utilizzo più efficiente dell'acqua, far crescere l'economia circolare e sviluppare modelli di ... Premessa Il binomio cultura-economia è stato considerato dall'ortodossia accademica con sospetto, se non con disprezzo, fino a qualche decennio fa. Giocavano a suo sfavore l'idea che il prezzo o il denaro rappresentassero uno svilimento della cultura oppure, tra i più avveduti, che il paradigma analitico della nuova disciplina fosse ancora scientificamente inadeguato. La transizione verso l'economia circolare può inoltre creare nuove opportunità occupazionali sia per lavoratori con una bassa o media specializzazione, sia per professionalità ad elevata ... Del futuro di questa nuova economia collaborativa si parlerà il 15 e 16 novembre a Milano a Sharitaly: due giorni di incontri, dibattiti e gruppi di lavoro dedicati al tema 'Impatto sharing'. Un primo documento di lavoro preparatorio per la costruzione di una Strategia Italiana per il Consumo e Produzione Sostenibili, ("Contributi per la strategia italiana SCP"), è stato predisposto dal Ministero e condiviso nelle sue linee programmatiche nell'ambito del Comitato di Gestione del PAN GPP, inoltre, è stato presentato in un Seminario tecnico organizzato presso il Ministero dell ... Le città, il modo vivere e lavorare come le smart working sono infatti driver di cambiamento - grazie alla trasformazione digitale - e sono in grado di sviluppare nuove economie, abilitando un approccio totalmente nuovo al lavoro, dove intere catene di produzione, dai fornitori alla logistica alla gestione del ciclo di vita del prodotto, sono strettamente connessi e integrati con le ... L'economia collaborativa (in inglese sharing economy) è un modo di distribuire beni e servizi che differisce dal tradizionale modello di società che assume dipendenti e vende prodotti ai consumatori.Nell'economia della condivisione, si dice che gli individui affittino o "condividano" cose come la propria auto, casa e tempo personale con altri individui in modo peer-to-peer....